Lectio divina

La Lectio divina di quest'anno satà dedicata alla riscoperta dei salmi. Qualcuno dirà: ma noi i salmi li conosciamo, forse superficialmente la li conosciamo!
A messa preghiamo il salmo responsoriale, qualche volta veniamo ai vespri domenicali o, addirittura alle lodi della mattina...
Allora perchè? Perchè il libro dei salmi (il Salterio) merita da parte nostra una particolare attenzione, dal momentio che, come scriveva un grande padre della Chiesa, Atanasio di Alessandria, esso contiene come un giardino  quanto vi è in tutti gli altri libri della Bibbia.
Talora nei salmi si canta la creazione; altre volte l'Esodo dall'Egitto e la liberazione del popolo, l'ingresso alla terra promessa e l'ascesa alla città santa e al tempio, la schiavitù babilonese e il ritorno dei prigionieri: in altre parole, tutta la storia sacra vi è compresa. Ma c'è anche (e soprattutto) una allusione continua alla venuta del Salvatore. Avvicinarci ai salmi significa quindi avvicinarci si più al Vangelo, avvicinarsi con più amore al Signore.

L'appuntamento con la Lectio Divina nel tempo di avvento è al venerdì, in Duomo, alle ore 19.00